Coronavirus, il cuore grande dell’Albania

0
1107
Foto Facebook Luigi Di Maio

L’Albania ha inviato 30 sanitari tra medici e infermieri in Italia per aiutarci a fronteggiare l’emergenza coronavirus. Il cuore grande di un popolo, quello albanese, che non dimentica gli aiuti che in passato ha ricevuto dall’Italia dimostrandoci tutta la sua gratitudine.

“Non siamo privi di memoria: non possiamo non dimostrare all’Italia che l’Albania e gli albanesi non abbandonano mai un proprio amico in difficoltà. Oggi siamo tutti italiani, e l’Italia deve vincere e vincerà questa guerra anche per noi, per l’Europa e il mondo intero”.

Sono queste le parole, pronunciate in un italiano perfetto, del premier albanese Edi Rama, salutando all’aeroporto di Tirana un team di 30 medici e infermieri albanesi in partenza per l’Italia.

“Noi stiamo combattendo lo stesso nemico invisibile. Le risorse umane e logistiche non sono illimitate, ma non possiamo tenerle di riserva mentre in Italia c’è ora un enorme bisogno di aiuto”. Non siamo ricchi e neanche privi di memoria, non possiamo permetterci di non dimostrare all’Italia che l’Albania e gli albanesi non l’abbandonano”, ha concluso.
e neanche privi di memoria, non possiamo permetterci di non dimostrare all’Italia che l’Albania e gli albanesi non l’abbandonano”, ha concluso il premier.

Il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha accolto la delegazione albanese a Fiumicino. Ad attendere il team albanese c’erano anche il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri ed il vice capo Dipartimento della Protezione civile, Agostino Miozzo.

Atterrato un aereo dall'Albania con a bordo un team di medici e infermieri che supporteranno il nostro personale medico. Vi spiego tutto, collegatevi!

Pubblicato da Luigi Di Maio su Sabato 28 marzo 2020