Coronavirus: al Sant’Anna 264 posti letto su 500 sono per l’emergenza

0
917

L’ospedale Sant’Anna si sta riorganizzando per fronteggiare l’emergenza del coronavirus. Il  reparto di Malattie Infettive dell’ospedale è stato inserito dalle prime ore nella rete regionale per la gestione e il ricovero di pazienti Covid-19. In un comunicato stampa diramato dall’ospedale è stata resa nota la riorganizzazione e le misure preventive prese nel presidio ospedaliero a seguito dell’emergenza sanitaria.

Terapia Intensiva

Il presidio ospedaliero ha ricavato 27 posti letto per pazienti  Covid-19, ulteriormente incrementabili in situazione di estrema criticità; a questi vanno aggiunti 5 posti letto in terapia sub-intensiva (dove vengono trasferiti dalla terapia intensiva i pazienti che migliorano). A Cantù sono stati attivati 7 posti letto Covid-19 (6 in terapia intensiva e il settimo posto all’interno del blocco operatorio). In totale i posti letto in terapia intensiva sono quindi 34 e 5 quelli in terapia sub-intensiva.

Posti letto

L’ospedale Sant’Anna ad oggi 264 posti letto sui 500 previsti nell’assetto di accreditamento del presidio del Sant’Anna sono dedicati ai pazienti colpiti da Covid-19.

Area Emergenza Urgenza

Il presidio ospedaliero continua a garantire tutti i servizi e le attività connesse all’emergenza-urgenza. L’ospedale Sant’Anna è stato individuato come centro di riferimento per il trattamento delle urgenze neurologiche-Stroke (malattie cerebrovascolari acute). 

Attività garantite

In tutti i presidi di Asst Lariana sono garantite solo le prestazioni non differibili come la chemioterapia, radioterapia, dialisi pazienti in terapia anti-coagulante orale; le prestazioni urgenti; le prestazioni dell’area Salute mentale e i servizi sulle Dipendenze; le prestazioni dell’area Materno-Infantile; i Punti Prelievo.

Rilevazione della temperatura

A tutti i pazienti diretti al Pronto Soccorso viene rilevata la temperatura e verificata la presenza di eventuali sintomi influenzali prima di accedere alla struttura. 

Anche tutto il personale degli ospedali viene sottoposto alla misurazione della temperatura così come i visitatori dei pazienti ricoverati.

Contatti con i familiari dei pazienti

In virtù dell’elevato numero di pazienti ricoverati e per garantire che il rapporto con i familiari sia costante e puntuale, Asst Lariana sta procedendo con una riorganizzazione delle modalità comunicative che quanto prima saranno rese note.

Codici minori a Cantù

Tutti i codici minori devono rivolgersi al Pronto Soccorso dell’ospedale di Cantù.

La decisione, assunta sabato, è legata alla necessità di concentrare il personale sui pazienti Covid e sulle emergenze-urgenze nonché sulla necessità di supportare il sistema regionale impegnato nell’emergenza Coronavirus.  Nulla cambia per il Pronto soccorso Pediatrico e il Pronto Soccorso Ginecologico i cui pazienti continueranno a poter utilizzare il Sant’Anna.

I piccoli pazienti del Pronto soccorso Pediatrico e le pazienti del Pronto Soccorso Ginecologico potranno continuare a utilizzare il Pronto Soccorso dell’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia.