Compromesso tra auto nuova e risparmio? 6 cose da sapere per chi vuole accedere a un finanziamento auto

0
917
Ph Unsplash

Automobile.it presenta i 5 aspetti fondamentali che riassumono la guida gratuita ai finanziamenti auto creata a partire dall’osservatorio social per offrire risposte concrete a chi vuole orientarsi tra le varie possibilità proposte dal mercato per salvare i risparmi in vista di un acquisto auto.

Come nasce la guida:  i dati raccolti con l’osservatorio social

Grazie all’osservatorio social condotto da automobile.it con Imen Boulahrajane, su Instagram Imenjane, insieme alla sua community di oltre 341 mila follower, sono state raccolte alcune importanti evidenze che hanno confermato l’utilità di una guida come quella dedicata ai finanziamenti auto. La community infatti ha partecipato a un sondaggio creato con apposite storie Instagram che ha indagato il grado di cosapevolezza rispetto ad alcuni semplici aspetti legati alla possibilità di finanziamento per l’acquisto di un veicolo.

Il 62% degli intervistati sa che esistono diverse forme di finanziamento mentre il 38% ne conosce una soltanto. La formula più conosciuta è il leasing per il 75% dei membri della community mentre grande mistero si sviluppa intorno alla cessione del quinto della cui esistenza è consapevole solo il 35%. A non essere chiara inoltre è la differenza tra prestiti finalizzati e prestiti personali per ben l’82% degli intervistati e solo il 22% sa che è possibile chiedere un prestito direttamente in concessionaria. Il significato dei termini TAN, TAEG e Tasso Zero è invece noto al 39% degli utenti.

 

6 cose da sapere per chi vuole risparmiare nell’acquisto di un auto

Proprio per rispondere alla community di Imen e a tutti coloro che si trovano di fronte all’annosa questione di richiedere un finanziamento o di valutare il da farsi perchè hanno bisogno di un nuovo veicolo, automobile.it ha impiegato i suoi esperti per la realizzazione della guida gratuita. Vediamo i 5 aspetti fondamentali e il riassunto della guida in infografica.

1. Perché richiedere un prestito

I prestiti permettono di rateizzare la spesa e di procedere con un acquisto superiore alla propria liquidità di partenza. Questo in linea generale implica che si può ottenere la propria auto a fronte di un corrispettivo mensile.

2. A chi rivolgersi

In base alla tipologia di finanziamento ci si può rivolgere a una finanziaria, a una banca o anche alla concessionaria/casa automobilistica. L’importante è che siano tutti enti riconosciuti dalla Banca d’Italia. Ogni scelta presenta importante differenti per modalità di richiesta, tempistiche e piano di rientro con relativi pro e contro.

3. Tipologie di prestito possibili

Tra i prestiti esistono quelli personali dove si riceve una somma di denaro da investire in ciò che si preferisce e quelli finalizzati dove invece il credito ottenuto deve essere speso esattamente per quello specifico bene per cui è stato richiesto. Tra le forme meno conosciute si trova anche la cessione del quinto che prevede una trattenuta automatica mensile di un quinto dello stipendio/pensione.

4. I requisiti bisogna per accedere al credito

  • età compresa fra i 18 ed i 75 anni non compiuti al versamento della prima rata

  • essere residenti  in Italia (non c’è bisogno di avere la cittadinanza)

  • documentazione a dimostrazione del reddito (questo vi aiuterà a impostare le rate mensili, che comunque non superano il 35% dello stipendio netto)

  • IBAN o CC dove addebitare le rate mensili

  • documenti di certificazione d’impiego, il tipo di contratto e l’anzianità potrebbero incidere in modo importante

5. I tassi di interesse

Come per tutti i prestiti anche per il finanziamento auto bisogna tenere presenti i tassi di interesse, nello specifico:

TAN – esprime in percentuale e su base annua gli interessi relativi al prestito

TAEG – esprime il costo totale del prestito comprendendo anche tutte le spese connesse

TASSO ZERO – annullamento del TAN – rimangono solo il TAEG e le spese relative alla pratica

6. Le spese accessorie e il leasing

Acquistare un’automobile non necessariamente è la soluzione più conveniente. Bisogna infatti tenere presente che a volte oltre alle rate mensili dovute a un finanziamento i veicoli implicano tutta una serie di spese ordinarie ulteriori come: assicurazione, polizza extra, bollo, tagliando e revisione. Una soluzione per essere certi di una spesa mensile costante è il leasing, in base al quale è possibile usufruire di un veicolo attraverso una sorta di “affitto” dello stesso.

Lo scenario 

La pandemia ha causato una riduzione dei consumi e un aumento dei risparmi degli italiani. Il Bollettino Economico pubblicato a inizio anno dalla Banca d’Italia conferma che anche nel terzo trimestre la propensione al risparmio è rimasta elevata riflettendo motivazioni precauzionali e la rinuncia a effettuare alcune spese per evitare il contagio. In questo scenario nonostante la crescita di nuove forme di mobilità l’automobile resta però tra i mezzi preferiti per gli spostamenti e sono tanti gli italiani che, anche a causa della particolare situazione che stiamo vivendo, hanno deciso di investire dotandosi di un proprio veicolo per sentirsi più sicuri.

Il mercato automotive non naviga in ottime acque ma come mostra il report di automobile.it che analizza il settore, già nei primi mesi del 2021 si assiste a una crescita del mercato delle auto nuove VS usato,  con un rapporto usato/nuovo che scende a 1,93.

Restano vive le ombre di una crisi economica che spaventa chi si trova davanti alla necessità di effettuare acquisti come quella di un veicolo nuovo e mai come oggi il bisogno di risparmiare e di conoscere le varie strade possibili per farlo è una prerogativa imprescindibile. Proprio per offrire un aiuto concreto su questo fronte gli esperti di automobile.it hanno ideato la speciale guida per i finanziamenti auto, per aiutare tutti coloro che non vogliono rinunciare al nuovo acquisto e allo stesso tempo non intaccare eccessivamente le proprie finanze.