Como Una Volta – Storia di un italiano in America

0
1201

Divulghiamo il progetto di Pietro Cerchiello, giovane di 22 anni, attore professionista di Cadorago con un progetto ambizioso tra le mani.

Pietro si è diplomato presso la Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine (patrimonio UNESCO) nel novembre 2020. Ad oggi studia doppiaggio presso il centro di Alta Formazione ODS, Operatori Doppiaggio e Spettacolo di Torino.

Quest’autunno, insieme alla mia compagnia Teatro degli Scarabocchi, si è qualificato tra i primi 10 finalisti al Premio Internazionale di Letteratura della Città di Como con la drammaturgia inedita Always Smiling.

Allo stesso tempo si dedica alla scrittura e messa in scena di spettacoli come attore monologante legati a territori specifici.

In questo senso, il mio primo monologo, dal titolo Incazzato Nero ma non Troppo, racconta la storia di una statua ubicata al centro di Udine: dalla sua nascita fino ai giorni nostri, trattando anche il tema della pandemia (vi allego un estratto video). Questo progetto sarà probabilmente prodotto dal Teatro Stabile di Innovazione del FVG per andare in scena l’estate prossima.

“Il lavoro di cui mi preme parlarvi in questa occasione è Como una Volta – spiega Pietro Cerchiello – una drammaturgia sulla città di Como. Una storia che ha come obiettivo quello di dar voce agli umili, agli ultimi, agli emarginati. In particolare ad Angelo Rota, uno dei 5 milioni di italiani partiti per l’America agli inizi del ‘900.

Como_Una_Volta_Progetto

Una storia semplice dunque e apparentemente lontana. E per lo stesso motivo, così complessa e vicina a noi. Una storia priva di retorica o fredde informazioni. Una storia con un unico obiettivo: parlare al cuore, più che alla mente.

Como una Volta, inaugurato il 15 febbraio 2021, è andato in scena per tre volte nella provincia di Milano, attraverso una formula in questo periodo piuttosto diffusa (ma non a Como), ossia il TeatroDelivery: l’attore si reca a casa del pubblico, dove recita in luoghi che permettano di condividere uno spettacolo in totale sicurezza.

“Ho avuto per ora la possibilità di andare in scena tre volte nella provincia di Milano – sottolinea il giovane attore – mi piacerebbe arrivare anche a chi vive a Como, per raccontare una storia che proprio di Como parla”.