Como, spostati 70 migranti dal campo profughi all’alba e scatta la protesta

0
981

Una settantina di migranti, ospiti da tempo del centro di via Regina a Como, sono stati spostati stamane poco dopo le 8: decisione inattesa ed improvvisa per molti, loro compresi, che si sono ritrovati in queste ore in strutture del centro Italia per ragioni da capire compiutamente. Di fatto questo trasferimento ha provocato forti reazioni e proteste di diversi associazioni. E chi come la Caritas cittadina, con una nota a firma don Roberto Bernasconi – il responsabile – parla di un atteggiamento non corretto, nè rispettoso.

Como senza frontiere è ancora più diretta:”Atto senza senza senso, di fatto una deportazione”. Le critiche arrivano anche dalla deputata del Pd Chiara Braga e dal consigliere regionale Angelo Orsenigo. Ma anche la Cgil, con una nota al vetriolo, contesta questo spostamento effettuato stamane.