Una rapina ed una tentata rapina nel fine settimana a Como: la Polizia di Stato arresta i responsabili

Pubblicato il

Una rapina ed una tentata rapina sono avvenute nel fine settimana appena trascorso e, in entrambi i casi, la Polizia di Stato di Como ha arrestato i responsabili.

Il ladro al supermercato

Nella serata dell’11 marzo gli agenti della Volante sono intervenuti presso il supermercato Carrefour Express di via Boldoni a seguito di segnalazione pervenuta al 112 NUE di un furto per il quale era stato fermato il responsabile.

Una volta giunti sul posto gli agenti della Squadra Volante hanno raccolto la testimonianza dell’addetto alla sicurezza dell’esercizio commerciale. Pochi istanti prima, aveva fermato un uomo, indicandolo quale autore del furto di una bottiglia di liquore del valore di 3.65 euro, che aveva occultato sotto i vestiti per poi oltrepassare la cassa, senza pagare.

Si tratta di un cittadino del Marocco di 42 anni, senza fissa dimora, irregolare sul territorio dello Stato e con precedenti di Polizia. Riconosciuto dell’addetto alla sicurezza quale abituale frequentatore del supermercato e responsabile di altri furti.

Nel caso specifico il vigilante lo aveva tenuto sotto osservazione sin dal suo ingresso nel supermercato e lo aveva notato prelevare la merce, oltrepassando la cassa senza pagare.

L’agente aggredito

L’addetto alla sicurezza ha quindi raccontato agli agenti delle Volanti che, al momento del fermo ed alla richiesta di riconsegnare la merce asportata, il ladro aveva reagito in malo modo. Prima sferrando pugni alla guardia che, con non poca fatica, era riuscita a calmare il reo e a farsi riconsegnare la merce. Lo ha trattenuto fino all’arrivo della volante della Polizia.

Una volta portato in Questura ed identificato, il fermato è risultato essere stato già arrestato. Il 31 gennaio scorso, proprio per un furto nello stesso supermercato. Inoltre era gravato dall’ordine del Questore di Como di lasciare il territorio italiano, emesso il 27 gennaio 2023.

Bottigliate in piazza Vittoria

Il secondo episodio invece è avvenuto nella prima serata del 12 marzo in piazza Vittoria. Qui gli agenti della Volante sono accorsi per la segnalazione da parte di un cittadino che aveva riferito di aver assistito ad un’aggressione.

Quando i poliziotti sono giunti sul posto hanno trovato ad attenderli il richiedente. Ha indicato loro sia la vittima, che era riversa a terra con ferite alla testa, sia il responsabile dell’aggressione, un turco di 47 anni, irregolare sul territorio nazionale. Anche pregiudicato per reati contro il patrimonio, la persona e per violazione della legge sull’immigrazione.

Il racconto della vittima

Gli agenti hanno quindi fatto soccorrere da un’ambulanza il ferito. L’ uomo algerino di 52 anni irregolare sul territorio, anche lui con precedenti penali e destinatario di un decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Frosinone il 21.06.2022, ha raccontato la sua testimonianza. Ha detto di essere stato avvicinato in piazza Vittoria da un uomo che, in modo perentorio, gli aveva intimato di svuotare le tasche e consegnargli tutti i propri averi.

La vittima aveva tentato di far capire allo sconosciuto di non avere alcunché di prezioso con se e nemmeno denaro. L’aggressore lo aveva comunque colpito con due pugni in volto. Dopo, aver rotto una bottiglia, lo ha anche ferito alla testa con i cocci di quest’ultima, per poi allontanarsi.

Gli arresti

I due malfattori sono stati quindi entrambi arrestati, il primo per rapina ed il secondo per tentata rapina, e trattenuti  nelle camere di sicurezza della Questura in attesa di essere giudicati con il rito direttissimo nella mattinata del 13.03.2023.

Potrebbe interessarti

Intelvi Bike, la nuova data è il 25 agosto

Cambio di programma per l’Intelvi Bike, la Granfondo di mtb valida per la Coppa...

In contromano sull’autostrada Svizzera, vede la Polizia e non si ferma

La Polizia cantonale comunica che oggi domenica 14 luglio, poco dopo le 04.30 in...

Como, finisce bene la brutta avventura di un anziano di 86 anni

Avventura a lieto fine questa mattina per un anziano classe 38 originario della provincia...