Como piange la scomparsa del suo ex sindaco Pigni: è stato Abbondino d’Oro

0
706

Como si sveglia con il lutto. L’ex sindaco e partigiano Renzo Pigni, 93 anni, è morto nella notte. E la notizia ha subito fatto il giro della città tra costernazione e dolore di chi lo ha conosciuto ed apprezzato per la sua schiettezza. Pigni ha avuto una carriera politica notevole: è stato ex deputato, ma anche consigliere comunale in città.

 

Consigliere comunale in città dal 1951 al 1994 ma ricoprì anche l’incarico di vicesindaco di Antonio Spallino. Il 30 ottobre 1992 fu eletto sindaco di Como, il primo di sinistra nella storia della città. Si dimise però nell’ottobre 1993. Partigiano, fu eletto per la prima volta alla Camera dei Deputati nel 1953 per il Partito Socialista Italiano e confermato nel 1958 e nel 1963. Fu anche segretario della Federazione Socialista a Como, nel 1964 fu tra i fondatori del Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria, per cui fu rieletto nuovamente deputato nel 1968.

 

Il Comune di Como lo ha premiato con l’Abbondino d’oro, la massima onorificenza cittadina, in riconoscimento per il suo impegno politico, sociale e istituzionale. Domattina a Sant’Orsola il suo funerale.