Como, la ripartenza delle Ville del lago. Network condiviso, potenziamento trasporti e comunicazione

0
1006

Quella che si preannuncia è una ripartenza difficile per tutti ma non impossibile che pone diverse sfide al turismo lariano. Protagoniste indiscusse le ville del territorio che ogni anno registrano migliaia di presenze all’interno dei loro preziosi gioielli.

Ieri pomeriggio la delegazione FAI di Como, presieduta dal capo delegazione Roberta Di Febo, ha organizzato il webinar “Le Ville del territorio lariano. Esperienze e competenze a confronto, prospettive per il futuro post pandemia” dove i proprietari e gli amministratori delle ville, pubbliche e private, hanno potuto dialogare con le istituzioni in merito alle sfide post Covid.

Ha moderato l’evento Marco Miglio, direttore editoriale del portale web villegiardini.it.

Durante il webinar sono emersi tre punti essenziali da cui il turismo delle ville del lago di Como vuole ripartire:

  • network condiviso: i proprietari delle ville, pubbliche o private, puntano a fare network tra loro anche in vista di scenari futuri e di eventi condivisi
  • potenziamento dei trasporti: il grande problema del lago sono i trasporti, ritenuti non idonei per accogliere i turisti e gli stessi cittadini. Si potrebbe in primis potenziare i trasporti via lago per evitare le interminabili code in macchina. Si vorrebbe anche un turismo più lento e una pista ciclabile per raggiungere le ville in bicicletta. L’assessore al turismo del Comune di Como, Carola Gentilini, ha fatto spiegato che è aperto un dialogo con la Navigazione per capire come potenziare il trasporto via lago.
  • comunicazione: quello che è emerso è che il lago di Como e le sue bellezze devono avere una comunicazione più mirata ed efficace puntando a intercettare il turismo internazionale e incentivando la comunicazione sui social. Un punto saliente sarebbe quello di sviluppare la creazione di un sito condiviso del lago di Como, anche in inglese, per parlare dell’offerta del territorio in modo chiaro ed efficace ai turisti stranieri.

Hanno preso parte all’evento online Giuliano Galli (area manager di FAI Lombardia Prealpina), Paolo De Santis (presidente associazione Villa Grumello), Giuseppe Elias (vicepresidente Ente Villa Carlotta), Eric Bevilacqua (general manager Villa Clerici), Alessandro Lodigiani (proprietario di Villa Pizzo), Camilla Sossnovky (ceo Villa Parravicini Sossnovky), Claudio Bocchietti (presidente Società dei Palchettisti Teatro Sociale), Carola Gentilini (assessore alla Cultura Comune di Como), Guglielmina Botta (assessore alla Cultura Comune di Tremezzina), Maria Angela Ferradini (assessore alla Cultura Comune di Cernobbio) e Silvia Cappi (assessore alla Cultura Comune di Blevio).

Le sfide da affrontare sono tante e non sempre facili ma il dato positivo è che si parte da un territorio che offre una bellezza ineguagliabile. Un agire comune, su tutti i fronti, renderebbe la ripartenza molto più facile e proficua. Non resta che aspettare e vedere se le sfide verranno colte dai protagonisti e dalle istituzioni. Il lago di Como è pronto a ripartire e le sue bellezze continueranno a far sognare centinaia di migliaia di visitatori in tutto il mondo.