Como, la Guardia di Finanza blocca esportazione illegale di una specie protetta di pappagalli

Pubblicato il

Prosegue senza sosta l’attività dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e delle Fiamme Gialle lariane lungo la linea di confine con la limitrofa Confederazione Elvetica per il contrasto agli illeciti doganali.

Nei giorni scorsi presso il valico autostradale di Como-Brogeda, veniva fermato un soggetto di nazionalità svizzera in procinto di uscire dal territorio dello Stato. L’atteggiamento nervoso del transitante non convinceva gli operanti che sottoponevano ad accurata ispezione la sua auto.

Foto della Guardia di Finanza
Foto della Guardia di Finanza

All’interno veniva notata una gabbietta, contenente un esemplare vivo di pappagallo appartenente alla famiglia degli “psittaculidae”, animale protetto in base alla Convenzione di Washington sul commercio internazionale, nota come C.I.T.E.S. (Convention on International Trade of Endangered Species).

Appurata l’assenza di documentazione prevista per l’esportazione dello specimen protetto, sono entrati in azione i finanzieri della Squadra Operativa Volante – C.I.T.E.S. del Gruppo Ponte Chiasso. Insieme ai funzionari dell’ADM in servizio hanno sequestrato l’animale e lo hanno affidato a un all’elemento amatoriale. L’uomo è stato denunciato a piede libero.

Potrebbe interessarti

Maxi controlli dei carabinieri: sequestrati 43 chili di droga a Fino

Proseguono incessanti i controlli dei carabinieri della Compagnia di Cantù e degli Squadroni Carabinieri...

Qual è il miglior ristorante di sushi a Como secondo il Gambero Rosso

Sushi: combinazione perfetta tra le parole “su” (aceto) e “meshi” (riso), arte antica che...

Cade dall’autoscala mentre taglia dei rami: ferito grave un vigile del fuoco

Incidente a Cernobbio oggi 13 giugno in via Monte Grappa. Intorno alle 15 due...