Como e Samarcanda :storico accordo di collaborazione tra Università

0
1153
Samarcanda, 23.11.2019 – E’ stato sottoscritto oggi a Samarcanda (Repubblica di Uzbekistan) un importante accordo di collaborazione tra l’Universita’ dell’Insubria e l’Universita’ Statale di Samarcanda.
Nel corso della missione di Regione Lombardia in Uzbekistan, che ha coinvolto alcune università lombarde, Giorgio Zamperetti e Muktor Nasirov, responsabili della internazionalizzazione dei rispettivi atenei, hanno siglato una intesa che prevede scambi di professori e ricercatori per seminari, cicli di lezioni e attività’ di ricerca, nonché mobilita’ di studenti per attività didattiche e formative.Hanno presenziato alla sottoscrizione della convenzione il presidente Attilio Fontana, l’ambasciatore italiano in Uzbekistan Andrea Bertozzi e l’ambasciatore uzbeko a Roma Otabek Akbarov.Uno dei principali ambiti di collaborazione tra i due atenei riguarderà la conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale, di cui Samarcanda, Como e Varese sono ricche.
Samarcanda, città’ ascritta dall’UNESCO nel 2001 al patrimonio dell’umanità, ha una storia di 2700 anni quale punto nevralgico della “Via della Seta” che collegava Oriente e Occidente e preserva, tra l’altro, importanti vestigia dell’epoca di Tamerlano che ne hanno fatto una delle prime mete turistiche dell’Asia centrale.
“La Lombardia- ha dichiarato il presidente Fontana- non ha solo un primato economico: con le sue 14 università si attesta come uno dei primi motori culturali del Paese. Con questo importante accordo l’Universita’ dell’Insubria testimonia la sua vocazione di università per il Territorio e oltre il Territorio, pronta a raccogliere sfide interessanti che rafforzano il sistema delle università lombarde e la loro rete internazionale di saperi e conoscenze”.
“Sono lieto di aggiungere un nuovo tassello – ha dichiarato il prof. Zamperetti – al processo di internazionalizzazione dell’Universita’ dell’Insubria, che ha visto nell’ultimo anno 23 nuovi accordi con prestigiosi atenei stranieri. Nell’immaginario collettivo Samarcanda evoca subito cultura e bellezza, e molto possiamo aspettarci da questo nuovo legame che da Como, città della seta, si spinge attraverso Varese su quella via che ha segnato la storia degli scambi culturali e commerciali tra Europa e Asia.“L’Uzbekistan – ha concluso l’ambasciatore Bertozzi – ha tra le sue priorità’ raggiungere elevati standard del proprio sistema di formazione e di ricerca. In tale settore l’Italia ha svolto in questo Paese un ruolo pionieristico, con collaborazioni strutturate e di successo da ormai 10 anni”.