Como, arrestato il 25enne che rompeva i vetri delle auto in sosta

Pubblicato il

La polizia di stato lo ha colto sul fatto questa notte, dopo che da svariati giorni (le prime segnalazioni a fine novembre) andava in giro per Como a rompere i vetri e squarciare le gomme delle auto in sosta.

La vicenda

A partire dagli ultimi giorni di novembre a Como si sono verificati numerosissimi danneggiamenti di autovetture, cui sono stati infranti i finestrini e tagliate le gomme dalle quali talvolta sono stati asportati denaro ed oggetti vari.

Il fenomeno ha interessato varie aree della città e la Questura di Como, per individuarne l’autore,  ha notevolmente potenziato il numero di uomini e mezzi in città, soprattutto nelle ore notturne.

Sono stati quindi aumentati gli equipaggi delle Volanti, cui sono state anche affiancate pattuglie in borghese, per presidiare le aree maggiormente colpite, ossia la zona dello stadio, viale Varese, via Mugiasca, piazza Vittoria, la zona Mercato, Como Borghi e la zona delle Poste Centrali.

D’aiuto anche le immagini registrate dalle telecamere in corrispondenza delle aree urbane in cui si erano verificati i fatti.

Tale intensa attività di indagine e di capillare controllo del territorio ha finalmente consentito di arrestare, in flagranza di reato, un venticinquenne italiano, nato e residente a Legnano. Partiva ogni volta dalla sua residenza e raggiungeva il centro di Como in treno.

L’arresto di notte

In particorare, verso le 4.40 dell’8 dicembre 2022 è giunta alla Sala Operativa della Questura la segnalazione di un soggetto che stava infrangendo i finestrini di alcuni veicoli in sosta tra via Ciceri e via S. Martino.

Il piano predisposto dalla Questura di Como, ha permesso che le Volanti e gli equipaggi in borghese raggiungessero immediatamente il luogo della segnalazione, rintracciando un uomo che, alla loro vista, cercava di disfarsi di un oggetto, risultato poi essere un martelletto frangi vetro, del tipo di quelli presenti sui treni.

Costui, che aveva diverse ferite alla mano destra, da cui fuoriusciva del sangue, dopo pochi istanti ammetteva di aver danneggiato un numero imprecisato di autovetture, senza tuttavia darne alcuna giustificazione.

Sottoposto a perquisizione personale, il fermato aveva con sé denaro, sia in Franchi Svizzeri che in Euro, oltre che di un coltellino multiuso in acciaio.

Nel suo zaino c’erano diversi oggetti, di verosimile provenienza furtiva, tra cui alcuni auricolari bluetooth, delle powerbank, diversi profumi di marche famose, degli occhiali da sole ed una tessera sanitaria risultata oggetto di denuncia di furto, formalizzata lo scorso novembre a Milano.

Le auto danneggiate

Mentre una Volante lo accompagnava in Questura, altri equipaggi hanno perlustrato le vie limitrofe. Ritrovate diverse auto con i finestrini infranti, ed in particolare: 5 auto in via Ciceri, 2 auto in via Don Minzoni, 4 auto in via San Martino e 5 auto in via Zezio.

L’uomo è un pluripregiudicato con precedenti penali e di Polizia per i reati contro il patrimonio, la Pubblica Amministrazione, nonche per reati in materia di stupefacenti.

L’uomo è stato arrestato in flagranza di reato per tentato furto aggravato e denunciato in stato di libertà per ricettazione. Il processo per rito direttissimo nella giornata di domani 9 dicembre 2022. 

Potrebbe interessarti

Lake Como Walking Festival, in battello da Nesso e Bellano per unire i due rami del lago

ll Lake Como Walking Festival, dedicato alla narrazione dei paesaggi in cammino attraverso il...

Como, rubano merce all’Esselunga per 700 euro: arrestati

Nel primo pomeriggio del 3 marzo, la volante della Questura di Como ha arrestato...

Tragedia nel Lago di Como: morta Elvira, una sub di 66 anni

Tragedia nelle acque del lago di Como. I soccorsi sono scattati intorno alle 10.30...