Como 1907, raffica di rinforzi: rosa quasi completa ma ritoccabile

0
551

Manca poco più di una settimana all’esordio ufficiale del Como nella stagione 2021/2022.

Sabato 7 si gioca (a Novara) contro il Catanzaro in Coppa Italia, una competizione in cui sarebbe davvero bello andare avanti. Anche perché battendo i calabresi – risultato non scontato – si spalancherebbero le porte per un secondo turno affascinante contro l’Hellas Verona. E ci sono tutti gli elementi per partire forte, visto che la rosa biancoblu è già in buona parte fatta e rodata. Ci siamo divertiti a fare un “campetto”, che potete vedere nella foto in copertina, con un ipotetico undici titolare e le relative riserve. Manca ancora un mese abbondante alla fine del mercato. E l’unico obiettivo è la salvezza. Considerando ciò, mister Gattuso non può lamentarsi.

In porta si può stare tranquilli: è arrivato Gori, oltre 50 presenze in B e molto rimpianto a Pisa; al suo fianco l’esperto Facchin. Ci sono poi almeno 5 difensori centrali di livello (Scaglia ha tantissima esperienza in B e Varnier ha grandi potenzialità), non dovrebbe arrivare più nessuno e Gattuso dovrà scegliere i titolari. Sulle fasce invece potrebbero esserci innesti, ma senza fretta: i titolari ci sono (curiosi di vedere Ioannou), un’alternativa affidabile potrebbe far comodo.

La mediana è ancora uguale all’anno scorso. Si è parlato di Kabashi, idea non ancora tramontata nonostante le resistenze del Renate. L’albanese sarebbe un ottimo concorrente di Arrigoni ma non dimentichiamo H’maidat, la cui qualità in B potrebbe venire fuori.

Tanti cambiamenti sulla trequarti. Per il ruolo di esterno sinistro ecco Gatto e Chajia, a destra sono arrivati Peli e Luvumbo (acclamatissimo dalla comunità angolana sui social) ed è alle porte la firma del duttile Parigini, che titolare in B ci sta benissimo. Alla voce “punte” il Como non ha ancora quagliato: per Gondo mancano solo le firme, mentre per Cerri c’è l’accordo col Cagliari ma il giocatore continua a sperare in un inserimento di qualche club di Serie A. Ad ogni modo la cosa più probabile sembra che entrambi arrivino sul Lario. E la notizia è che più avanti potrebbe arrivare un’altra punta, più giovane.

Qualcuno andrà via, anche perché coi tre giocatori ancora da ufficializzare si arriverebbe a 19 over, uno di troppo. Sempre che non ne arrivino altri nel corso del mese di agosto. I più a rischio potrebbero essere Zanotti e Allievi. Anche qualche giovane potrebbe salutare (Dkidak? Celeghin? Walker? Si vedrà).

Ma la domanda è: dove può arrivare questa rosa? Al momento ipotizzare qualcosa più di una salvezza sarebbe un rischio eccessivo. Anche perché bisogna vedere come si rinforzeranno le altre. La tenuta difensiva andrà verificata. E poi molto dipenderà dal rendimento delle punte: avremo una bocca di fuoco da 15/20 gol? Soprattutto, la cosa fondamentale è che Gattuso e il suo staff riescano a formare un gruppo affiatato e unito: da qui passerà ogni ambizione del Como. Che intanto si prepara al ritorno in una categoria importante come la Serie B.