Como 1907, il “mazzo” delle punte ha finito gli assi?

Pubblicato il

Tutti i bomber di categoria sembrano già accasati o inadatti ai criteri di Ludi e Wise. Intanto si avvicina Gliozzi

È il 10 agosto, manca una decina di giorni all’esordio in Serie B e alla voce “punte” il Como ha soltanto il giovane Walker (forse verrà prestato) e il buon Gabrielloni. Che cercherà di consacrarsi anche in cadetteria, ma la cosa migliore per lui e per la squadra è che la punta di Jesi parta sottotraccia, senza i galloni del titolare.

E allora perché non arriva il bomber? Il discorso è complesso. I tifosi più attenti avranno notato che sul mercato la premiata ditta Ludi&Wise ha sostanzialmente tre capisaldi: 1) il giocatore deve essere caratterialmente adatto; 2) se la squadra di appartenenza chiede grandi somme per il cartellino si lascia perdere; 3) niente ultratrentenni. E già questi filtri scremano parecchio le punte sul mercato. Oltretutto si cerca un attaccante che si sia già misurato con la B, che assicuri diversi gol e che sia strutturato fisicamente. Insomma, le esigenze sono tanto precise quanto ambiziose. Anche perché i giocatori che negli ultimi anni hanno superato la dozzina di reti in Serie B sono tanti ma non tantissimi. Alcuni stanno in Serie A (Mancuso, Forte, La Mantia, Torregrossa, e per Simy è questione di ore), altri si sono già accasati in B (Marconi all’Alessandria, Pettinari alla Ternana, Bajic al Brescia, Diaw al Vicenza, Tutino quasi fatto al Parma), altri ancora sono stati riconfermati nella loro squadra che se li tiene stretti (Coda-Lecce, Aye-Brescia, Montalto-Reggina). Chi resta? Riviere, Ciofani, Bocalon e Di Carmine sono fuori età, Nestorovski è ai box e comunque pure lui ha 31 anni, Iemmello potrebbe lasciare Frosinone ma bisogna vedere se a livello caratteriale sia il profilo giusto, Moncini difficilmente saluterà Benevento a breve, Ciano e Galano non sono punte, mentre per il grande ex Alfredo Donnarumma il Brescia chiede una cifra alta che la Ternana starebbe per mettere sul tavolo.

La lampadina di Ludi si era accesa su Cerri, memore dei fasti di Perugia, ma i tentennamenti dell’attaccante di proprietà del Cagliari si stanno protraendo oltre il sopportabile. Intanto da questo mazzo di carte il Como ha pescato Gliozzi, che non sarà un asso ma è perlomeno un fante: rendimento altalenante tra una stagione e l’altra, l’anno scorso ha fatto piuttosto bene in B e il suo arrivo in biancoblu è probabile. Il problema è che gli assi sembrano già usciti tutti, a meno che si decida di venir meno a uno dei filtri di cui sopra. Oltre a Gliozzi e alla seconda punta arriverà un bomber di C con poca esperienza in B stile Manconi? Oppure una vecchia volpe di categoria? O ancora un attaccante non così prolifico, o non così prestante? O ci sarà il lieto fine con Cerri? Si pescherà all’estero? O addirittura arriveranno solo Gliozzi + una seconda punta? Probabilmente non lo sanno nemmeno Ludi e Wise, figurarsi noi. Di sicuro più passano i giorni e più aumenta il rischio di rimanere con un pugno di mosche.

A proposito di seconde punte, non ci sono novità nemmeno da Gondo (stavolta a temporeggiare non è il giocatore ma la Lazio). Si parla di La Gumina, ma bisogna vedere la sua disponibilità a scendere di categoria dopo un anno e mezzo in Serie A in cui ha combinato poco.

Per quanto riguarda gli altri ruoli, capitan Crescenzi vuole andar via e verrà accontentato e rimpiazzato: i centrali di difesa rimarranno 5. Bisognerà vedere se si riuscirà a chiudere per un altro mediano: a nostro parere servirebbe, magari carismatico e con caratteristiche difensive. Infine i terzini. Al momento le riserve di Iovine sono Bovolon e Toninelli, quelle di Ioannou sono il rientrante Allievi e Dkidak: difficile credere che non arrivi nessun esterno basso. Ma questi ultimi due nodi – mediano ed esterni bassi – potrebbero anche sciogliersi il 31 agosto.

Potrebbe interessarti

Allerta meteo, nel Comasco temporali e temperature in picchiata

Nuova allerta meteo emessa oggi domenica 21 aprile dalla protezione civile della Lombardia che...

Il 3° Trofeo Classic Lago di Como e il raduno storico

Cresce l'attesa per il doppio evento di primavera legato alle vetture che hanno fatto...

Il Lake Como Wine Festival torna in città: quando e come partecipare

Il lago di Como dal 24 aprile al 1 maggio sarà per il decimo...