La Città dei Balocchi non ci sarà più: come cambia il Natale a Como

Pubblicato il

Dopo quasi 30 anni (questa sarebbe stata la 29° edizione) Como dice addio alla Città dei Balocchi. L’evento che coinvolgeva soprattutto il centro città con proiezioni sui monumenti, mercatini e tanto altro non sarà piu organizzato da Consorzio Como Turistica. Da quest’anno, così ha annunciato la giunta Rapinese, l’evento si chiamerà semplicemente Natale a Como. La sostanziale differenza è che non ci sarà un unico direttore d’orchestra: le varie attività correlate al Natale saranno appaltate tramite bandi diversi a più imprese. Si apre il mercato a realtà imprenditoriali diverse. Quella che potrebbe essere una vera delusione per molti cittadini comaschi (ma anche per i tantissimi turisti che venivano ogni anno a visitare Como proprio per questa particolarità natalizia) è che non ci saranno le proiezioni sui monumenti del centro. Il motivo non è commerciale ma, come spiega lo stesso sindaco Alessandro Rapinese, legato alla necessità del risparmio energetico. Resta inteso che chiunque, privatamente e accollandosi le relative spese (negozianti o condomini) volesse proseguire con la tradizione delle proiezioni è libero di farlo.

Potrebbe interessarti

Sul Lago di Como riapre il Musa, l’hotel di lusso che tratta bene i suoi dipendenti

Dopo una breve pausa invernale il MUSA la struttura affacciata sulle rive del Lago...

Rubano 1.500 euro di roba al Gigante ma sono incastrati dalle telecamere

La Compagnia Carabinieri di Cantù, nel corso degli ultimi giorni ha proseguito con una...

Carnevale di Cantù, salta anche la sfilata del 25 febbraio: come avere il rimborso

Un altro scherzo del maltempo e purtroppo la finale del Carnevale di Cantù prevista...