Dopo quasi 30 anni (questa sarebbe stata la 29° edizione) Como dice addio alla Città dei Balocchi. L’evento che coinvolgeva soprattutto il centro città con proiezioni sui monumenti, mercatini e tanto altro non sarà piu organizzato da Consorzio Como Turistica. Da quest’anno, così ha annunciato la giunta Rapinese, l’evento si chiamerà semplicemente Natale a Como. La sostanziale differenza è che non ci sarà un unico direttore d’orchestra: le varie attività correlate al Natale saranno appaltate tramite bandi diversi a più imprese. Si apre il mercato a realtà imprenditoriali diverse. Quella che potrebbe essere una vera delusione per molti cittadini comaschi (ma anche per i tantissimi turisti che venivano ogni anno a visitare Como proprio per questa particolarità natalizia) è che non ci saranno le proiezioni sui monumenti del centro. Il motivo non è commerciale ma, come spiega lo stesso sindaco Alessandro Rapinese, legato alla necessità del risparmio energetico. Resta inteso che chiunque, privatamente e accollandosi le relative spese (negozianti o condomini) volesse proseguire con la tradizione delle proiezioni è libero di farlo.