La Città dei Balocchi apre le sue porte a Cernobbio: tutte le novità

Pubblicato il

Domani 7 dicembre si apre la Città dei Balocchi edizione 30esima a Cernobbio.Dalle 10.30 sul lungolago sono aperti il Mercatino del Gusto e dell’Enogastronomia e la Pista di Pattinaggio dove alle 15.00 ci sarà lo spettacolo delle pattinatrici su ghiaccio della GGR COMO.

All’imbrunire, l’accensione del Progetto Luci e della prima casella del Calendario di Natale. Alle 18.30 l’accensione dell’albero di Natale Clerici Tessuto – Gentili Mosconi.

Madrina dell’evento sarà Rebecca Salsini, la giovane cantante comasca che anche negli anni scorsi con la sua voce d’oro ha sottolineato l’inaugurazione dell’albero di Natale di Città dei Balocchi. La novità di quest’anno saranno le coreografie di luce a cura delle pattinatrici della Gold Skate Academy di Cernobbio.

Città dei Balocchi, poster
Città dei Balocchi, poster

La 30esima edizione della Città dei Balocchi

Città dei Balocchi è meraviglia, è stupore, è immaginazione, è sogno, è magia. 

Cernobbio è una città viva ed elegante e in questa patria di manifestazioni artistiche, festival e congressi, non sorprende che il Natale con le sue luci giochi un ruolo fondamentale. Sarà Città dei Balocchi a regalare momenti di sogno ed emozione, un’indimenticabile esperienza natalizia che combina la magia delle illuminazioni con il fascino della cittadina lacustre, un vero gioiello costituito da innumerevoli scorci pittoreschi, palazzi sontuosi e stradine intricate.

Alberi illuminati e tunnel arcobaleno

Cuore del Progetto Luce sarà il lungo lago (illuminazione sponsorizzata da Autorità di Bacino), con l’albero di Natale (sponsorizzato Clerici Tessuto – Gentili Mosconi), le aiuole decorate e i viali alberati trasformati in tunnel dove si accende l’arcobaleno, il Calendario del Natale sulla facciata dell’Hotel Miralago e i pacchi dono dove scattare un selfie ricordo (sponsorizzati Blunotte), piccole installazioni artistiche luminose che creano un set fotografico, opere d’arte luminose aggiungono un tocco di creatività all’atmosfera e invitano i visitatori a catturare e condividere la bellezza di Cernobbio condividendola poi sui profili social.

Il Borgo risplende a festa con una cascata di decorazioni verdi che alla sera si accendono di luce e splendore. E poi le Vie dello Shopping e la Strettoia. Le frazioni di Rovenna e Piazza Santo Stefano accoglieranno i visitatori con un albero di Natale e scritte augurali di Buon Natale e con le facciate di alberghi e hotel illuminate a festa grazie alla collaborazione degli operatori economici. E poi Villa Bernasconi, cuore culturale della Città dei Balocchi, impreziosita da un mapping colorato che sottolinea le preziose linee liberty del contorno. 

Alla scoperta del diorama presepe olografico

Per la prima volta Cernobbio ospita all’interno della chiesa Madonna delle Grazie un Diorama Presepe Olografico (sponsorizzato da Regione Lombardia), una modalità assolutamente nuova e sorprendente di vivere questa tradizione religiosa. 

Lo schermo olografico è una tecnologia che permette di rendere la rappresentazione della Natività un’esperienza forse ancora più emozionante, realistica e un po’ magica. 

Grazie a questa tecnologia che crea immagini tridimensionali apparentemente solide e reali, abbiamo cercato di portare l’esperienza della natività a un livello superiore, offrendo al pubblico una visione coinvolgente e realistica e nel contempo rispettosa di questa importante tradizione. Importante è stata la collaborazione con l’associazione “De sidera” che realizza ogni anno il Presepe Vivente.

Il risultato finale sarà un’esperienza in cui la tradizione del presepe si fonde con le nuove tecnologie.

QUESTA NOVITÀ SARÀ INAUGURATA LA PROSSIMA SETTIMANA. NON ANTICIPIAMO ALTRO PER LASCIARE A TUTTI IL PIACERE DELLA SCOPERTA

https://www.facebook.com/ASDesidera

Instagram: @presepe_como

In volo per il Polo Nord con il Babbo Natale Express

A grande richiesta torna una delle attrazioni che aveva destato maggiore interesse nella scorsa edizione della Città dei Balocchi e aveva appassionato grandi e bambini. 

Ma con una novità! Il volo virtuale fino al Polo Nord si potrà fare a bordo di una “slitta” moderna, un container (sponsorizzato Bianchi Group) vestito a festa per il Natale. Alla casa di Babbo Natale si arriverà in un attimo, anche se la distanza tra Cernobbio e Rovaniemi è più di tremila chilometri. 

Non è una fiaba. È un’esperienza virtuale e interattiva che la Città dei Balocchi ha pensato soprattutto per i più giovani e i loro genitori. Una volta seduti nel Babbo Natale Express, ogni viaggiatore indosserà un visore 3D che lo condurrà attraverso il viaggio fantastico come se fosse il volo di una slitta trainata dalle renne. Il tour virtuale porterà i bambini a sorvolare mezza Europa e il Circolo Polare Artico. Una volta raggiunta Rovaniemi, i bambini si troveranno magicamente nella casa di Santa Claus e troveranno proprio lui ad accoglierli e ad aprire le porte della fabbrica dei giocattoli. In questo luogo, vedranno elfi al lavoro, giocattoli che vengono costruiti e impacchettati e avranno l’occasione di prendere direttamente da un nastro trasportatore uno dei doni da aprire virtualmente.

La tecnologia impiegata

Grazie all’avanzamento veloce delle tecnologie per la realtà virtuale, viene utilizzato un sistema in grado di far condividere uno stesso spazio a più visori. Questo permette di superare una delle lacune più importanti del VR, l’isolamento. L.E.M. è una piattaforma VR totalmente innovativa che mette in contatto diversi utenti posti in luoghi e località differenti, oppure distanti all’interno di uno stesso spazio. Insieme possono produrre ed esplorare creazioni in un ambiente VR altamente realistico, collaborativo e simulato a livello fisico.

L’unicità di L.E.M. consente di interagire con gli altri utenti. Questi possono “vedersi” tra di loro e percepirsi all’interno dello spazio-ambiente, ricreato per riprodurre una possibile situazione reale, oltre a poter utilizzare le loro mani per afferrare oggetti virtuali, muoverli e compiere azioni come nella realtà.

Con la Città dei Balocchi si va nello spazio

Si parlerà della cometa di Natale e del fascino dei buchi neri e si potrà osservare il sole e andare a scoprire da vicino – tanto che sembrerà di camminarci sopra e i grandi crateri e le catene montuose della Luna individuando l’area dove nel 1969 “allunarono” i primi astronauti con la missione Apollo 11.

A guidarci alla scoperta delle meraviglie del cielo di Natale sarà lo staff dell’Osservatorio Astronomico di Sormano con le immagini ottenute attraverso il telescopio. Oltre all’Osservatorio di Sormano con la collaborazione di Dino Pezzella (ingegnere nucleare), Alessandro Fumagalli (Tecnologie per l’Ambiente e Territorio) e Enrico Colzani (astrofilo e fotografo), sono coinvolti altri tre centri. Si tratta dell’Osservatorio di Astronomico “Via Lattea” di Bellagio, con l’astrofilo Graziano Ventre, quello privato di Varenna con l’astrofisico Davide Trezzi e il Planetario di Padova, con Ivan Proserpio, anche lui astrofisico. I collegamenti da remoto immergeranno il pubblico nell’osservazione dei corpi celesti spiegati dalla voce degli specialisti. Alcune incontri saranno riservati anche alle scuole.

Potrebbe interessarti

Incendio in una casa a Mariano Comense: un ferito grave

Sei mezzi dei vigili del fuoco del comando di Como e del comando di...

Incidente in volo, la vela della tuta alare non si apre: morto Alessandro Fiorito

L'incidente questa mattina mercoledì 21 febbraio nel lecchese, nella zona dei Piani dei Resinelli...

Incendio nella casa di riposo di Como sulla statale per Lecco

Grande spavento ieri sera 20 febbraio per un incendio scoppiato nella Rsa di Como...