Ceresio, un lago sempre più sostenibile

Pubblicato il

Si è svolto a Lugano il tradizionale incontro istituzionale con i rappresentanti del bacino Porlezzese del Ceresio. 

Presenti il Sindaco di Valsolda, Laura Romano, il Sindaco di Claino con Osteno, Giovanni Bernasconi che ricopre anche la carica di Vice Presidente dell’Autorità di Bacino Lacuale Ceresio, Piano e Ghirla, sentito il Sindaco di Porlezza Sergio Erculiani, impossibilitato alla presenza, il Direttore dell’Autorità di Bacino Maurizio Tumbiolo e il Membro di Direzione di SNL Carlo Maria Acquistapace.

L’appuntamento che tradizionalmente precede l’inizio della stagione turistica si è svolto in presenza grazie all’allentamento delle misure di prevenzione pandemica, messe in atto dalle Autorità. 

Molteplici i temi affrontati, primo fra tutti l’orario 2021. La stagione in corso, considerata come anno di transizione, presenta una griglia oraria completa delle tradizionali crociere sul Ceresio toccando tutti i Comuni lacuali che si affacciano sulle rive svizzere e italiane del lago di Lugano e sarà oggetto di un ulteriore potenziamento nell’anno 2022, auspicando che la prossima stagione sia effettivamente quella del ritorno alla normalità ed agli standard pre-pandemia.

Con l’occasione è stato trattato anche lo stato di avanzamento dei lavori di elettrificazione che riguardano la MN Ceresio 1931 che entro l’estate si appresta a una seconda vita ed un nuovo varo, sancendo un primato a livello svizzero, in quanto primo battello di linea interamente elettrico di grandi dimensioni.

Il percorso di elettrificazione intrapreso da SNL è un progetto pluriennale che si concluderà nel 2035 con l’elettrificazione dell’intera flotta, che vede il necessario coinvolgimento di Enti, Comuni e Amministrazioni di tutto il lago. Un progetto all’avanguardia che riscontra entusiasmo anche da parte dei primi cittadini del versante nord italiano e dell’Autorità di Bacino, che si sono dichiarati interessati a supportare il progetto con la realizzazione di infrastrutture a terra per la ricarica dei natanti, sia per quanto riguarda il trasporto turistico, sia per quanto concerne il trasporto pubblico via lago.

Un incontro positivo, in soluzione di continuità a quanto precedentemente discusso nell’incontro del 31 gennaio 2020, che sintetizza una visione e delle tematiche condivise per un rilancio sostenibile della navigazione sul lago di Lugano, al fine di incrementare le corse di trasporto pubblico e turistico per un futuro via lago green e sostenibile. 

Potrebbe interessarti

Maltempo, paura per due ragazze disperse sul Monte San Primo

Grande spavento ieri per due giovani ragazze. Ieri alle 18.20 è giunta alla sala...

Le prossime chiusure sull’autostrada A9 Lainate-Como-Chiasso

Sulla A9 Lainate-Como-Chiasso, per consentire attività di ispezione e manutenzione delle gallerie, saranno adottati...

Lago di Como: “l’overtourism fa male all’ambiente”

L'overtourism sul Lario fa male all'ambiente. O, sarebbe meglio dire, il territorio del lago...