Erano tre amici a cena e probabilmente avevano alzato il gomito, così da una semplice discussione è sfociata una tragedia.

Ieri sera 16 novembre a Seveso, i carabinieri hanno arrestato per il reato di tentato omicidio un 55enne brianzolo, celibe, nullafacente, pluripregiudicato per reati contro la persona, il patrimonio e in materia di armi nonché resistenza a pubblico ufficiale e guida in stato d’ebbrezza, il quale, alle ore 21:30 circa, presso il proprio domicilio, avrebbe tentato l’omicidio di un 47enne, originario del comasco, di fatto senza fissa dimora, celibe, disoccupato, incensurato.

In particolare, l’indagato, che nel corso della serata aveva abusato di bevande alcoliche insieme alla vittima e un altro amico 48enne, durante un’accesa discussione per futili motivi  avrebbe impugnato un coltello da cucina di lunghezza totale di cm 34 (con lama lunga cm 20) accoltellandolo all’addome e provocandogli una ferita avente profondità di 12 cm e larghezza di 7.

Codice rosso per la vittima: ora è all’ospedale San Gerardo

Sul posto, insieme ai carabinieri della Compagnia di Seregno e della Stazione di Seveso che hanno arrestato l’indagato, è intervenuto anche il personale sanitario del 118 che ha soccorso la vittima e l’ha trasportata in ambulanza – codice rosso – al pronto soccorso dell’ospedale San Gerardo di Monza. Qui è tuttora ricoverata in prognosi riservata nel reparto chirurgia per la ferita aperta riportata all’addome, reparto dove varrà sottoposta a intervento chirurgico.

Il 55enne si trova ora nel carcere di Monza in attesa dell’udienza di convalida.