Dopo la vittoria di mercoledì a Sesto San Giovanni il Como cerca continuità di risultati sul campo del Pontedera, fino ad oggi peggior attacco del campionato e reduce dalla brutta sconfitta interna contro la Lucchese. Mister Gattuso, alla seconda partita alla guida dei lariani, rispetto a mercoledì inserisce dall’inizio Cicconi al posto di Terrani e Walker in attacco al fianco di Gabrielloni. 

Primo tempo tutto sommato piacevole, senza grandissime emozioni ma con un buon ritmo su entrambi i fronti. Al 5’ c’è la prima grande occasione per i padroni di casa, con Magrassi che si ritrova a tu per tu con Facchin che però riesce a neutralizzare la conclusione rasoterra.

Al 18’ è il Como a sfiorare il vantaggio: torre di Gabrielloni che sfrutta un lancio lungo e palla a Walker, che dal limite con un tiro al volo impegna severamente il portiere granata Sarri. Un minuto ancora Como con Crescenzi, che con un diagonale sfiora la porta avversaria. Passano cinque minuti ed è il Pontedera ad avere una buona chance con una punizione dal limite: va alla battuta Caponi che però non riesce a centrare la porta di Facchin.

Dopo una prima frazione all’insegna dell’equilibrio, sia nel gioco che nelle occasioni, le squadre vanno al riposo sullo 0-0. 

L’inizio della seconda frazione vede un Como più padrone del campo ma è il Pontedera a portarsi in vantaggio al 17’ con Magrassi, che da solo a centro area batte Facchin con un preciso tiro all’angolo. Non passano nemmeno sessanta secondi e c’è l’immediato pareggio del Como con il solito Gabrielloni che raccoglie un lancio lungo della difesa lariana e, dopo una serie di finte, si libera dei difensori avversari e batte Sarri. È un Como galvanizzato che sfrutta al massimo l’entusiasmo del pareggio acciuffato in pochi secondi trovando addirittura il raddoppio dopo soli due minuti, questa volta con Gatto, che di testa raccoglie un cross di Iovine. 

La partita sembra così procedere a favore dei lariani, con un Pontedera stordito dal doppio colpo messo a segno degli azzurri nel giro di due minuti. Al 25’ però altro colpo di scena: Bertoncini, già ammonito, guadagna il secondo giallo per un fallo ingenuo nella trequarti avversaria. È così che l’inerzia del match cambia ancora direzione, con il Pontedera che si riversa nella metà campo lariana e tra il 26’ e il 40’ colpisce una traversa, segna una rete giustamente annullata per fallo su Solini e poi trova il definitivo pareggio con Tommasini. Tre minuti dopo è ancora Tommasini ad andare a segno ma questa volta il gol viene annullato per fuorigioco.

Finisce così la partita con un pareggio per 2-2, con il Como che era riuscito a ribaltarla ma che alla fine ha rischiato anche di perderla. Prossimo impegno sabato ancora in trasferta in Toscana, questa volta a Carrara, nell’attesa che la società sciolga le riserve sul nome del nuovo allenatore.