Blues to Bop festival ritorna a Lugano con un programma di rilievo e ospiti internazionali

0
671
judith emeline

Dal 29 al 31 agosto Blues to Bop ritorna a Lugano con un programma di rilievo
e ospiti internazionali. Una line-up che darà ampio spazio alla musica americana
delle radici, interpretata da musicisti affermati e da alcuni fra i giovani più interessanti
del panorama blues.

la locandina del festival

La trentunesima edizione di Blues to Bop celebrerà la storia della musica blues con tre giorni di
concerti gratuiti e approfondimenti. I numerosi ospiti internazionali si alterneranno sui palchi delle
piazze cittadine, cimentandosi in performance di tutti i registri del genere e chiudendo idealmente
la stagione degli eventi estivi all’aperto.

vanessa collier

Un’edizione fortemente declinata al femminile e che darà largo spazio alla nuova generazione
americana con talenti come Leyla McCalla, Vanessa Collier, Jamiah Rogers, Jontavious
Willis e Hubby Jenkins, che a dispetto della giovanissima età sfoggiano un repertorio profondo,
intenso, che scandaglia tutta l’intensità e l’emozione della musica roots statunitense, curando e
continuando la tradizione centenaria del blues.

Ad affondare le proprie radici nella moltitudine di sfaccettature del genere ci penseranno anche
artisti affermati come i Birds of Chicago, le Como Mamas con il loro gospel viscerale, nonché
Sleepy LaBeef, uno degli ultimi musicisti viventi della leggendaria Sun Records, che fa il suo
ritorno a Blues to Bop a distanza di anni.
Completano la line-up tre presenze vicine a casa nostra: Judith Emeline, cantante britannica da
anni attiva in Ticino, che sarà anche quest’anno il volto e la voce del festival presentando sul palco, la band del bellinzonese Freddie “Cannonball” Albertoni, e Max & Veronica, milanesi,
con il loro repertorio di musica tradizionale americana.

judith emeline

In un clima informale e festoso in pieno stile Blues to Bop, gli artisti si esibiranno a rotazione sui
palchi allestiti nelle piazze cittadine – Piazza della Riforma, Piazza San Rocco e Piazza
Cioccaro – e in momenti di approfondimento alla Darsena del Parco Ciani.
Roberto Badaracco, Capo Dicastero Cultura sport ed eventi: “Blues to Bop è uno degli eventi più
radicati nella tradizione degli appuntamenti all’aperto ed è ogni anno molto atteso da cittadini e
turisti. L’energia positiva che emana è l’immagine del potere che hanno la musica e gli eventi di
accomunare persone di età e gusti diversi. Come ogni manifestazione viva, Blues to Bop dimostra
di saper continuare a evolvere e a sorprendere. Un nuovo corso che abbina tradizione e novità e
che pone le basi per un futuro di successo.”

Il programma di questa edizione è frutto del lavoro congiunto di Ed Bersier, profondo conoscitore
del mondo della musica blues e collaboratore storico di Blues to Bop, e di Filippo Corbella,
programmatore della Divisione eventi e congressi. Alla line-up di artisti annunciata in questa
occasione, si affiancheranno una serie di appuntamenti formativi e di attività collaterali che
verranno presentati nel corso dei prossimi mesi.
Il ricco fine settimana all’insegna del blues culminerà come da tradizione domenica sera a
Morcote con una serata di musica dal vivo nella splendida cornice di Piazza Granda.

Line-up 2019

Birds of Chicago (USA)

I Birds of Chicago si sono affermati nel settore fin dai loro inizi nel 2012. Con il loro nuovo album,
Love in Wartime, hanno saputo confermare l’entusiasmo suscitato nel mondo della musica roots,
raggiungendo al contempo un pubblico molto più ampio. Fondati sul legame fra Allison Russell e
JT Nero, e la loro solida band, richiamano con i loro live numerosi appassionati di Americana, fra
momenti intimi alternati a un abbandono verso il più puro rock e soul.

Freddie & The Cannonballs (CH)

Freddie “Cannonball” Albertoni è un bassista attivo da 15 anni sulla scena blues/rock ticinese (è
stato fondatore della band locale The Flag e da un decennio accompagna il grande bluesman Bat
Battiston). Nell’estate del 2018 Freddie decide di assumere il ruolo di frontman, di cantare e di fondare la sua band al 100% blues. Il sestetto, che presenta anche una piccola ma potente
sezione fiati, propone sonorità ispirate al blues degli anni ’50, senza però tralasciare un tocco di
modernità.

Hubby Jenkins (USA)

Hubby Jenkins è un talentuoso polistrumentista che condivide il suo amore e la sua conoscenza
della musica americana delle radici. Nato e cresciuto a Brooklyn, ha approfondito le sue origini
seguendo il filo della storia afroamericana attraverso il country blues, il ragtime, il violino e il banjo,
e il jazz tradizionale. Cresciuto musicalmente come artista di strada, ha fatto in seguito parte dei
Carolina Chocolate Drops, già premiati ai Grammy Award, ed è ora un membro attivo della band di
Rhiannon Giddens.

Jamiah Rogers Blues Superman (USA)

jamiah rogers blues superman

La Jamiah Rogers Band è una delle formazioni più vivaci del Midwest e una delle più apprezzate
dalla scena di Chicago e dintorni. Nel giugno del 2017 Jamiah ha pubblicato il suo CD solista
Blues Superman, mentre l’anno successivo la band ha intrapreso un tour in Francia dedicato alla
nuova generazione blues. Un tour che da Parigi li ha portati a toccare 14 località del paese. La
Jamiah Rogers Band è ora in procinto di portare la sua musica nel resto dell’Europa.

Jontavious Willis (USA)

Jontavious Willis, trentenne di Greenville, in Georgia, è cresciuto cantando musica gospel in
chiesa insieme a suo nonno. All’età di 14 anni rimane stregato davanti a un video di Muddy Waters
che interpretava “Hoochie Coochie Man”. Ha lì inizio il suo percorso attraverso tutte le
sfaccettature del blues – Delta, Piedmont, Texas e Gospel – come fingerpicker, flatpicker e slide
player alla chitarra, nonché all’armonica, banjo e cigar box. Il suo ultimo album Spectacular Class
è uscito il 5 aprile.

Judith Emeline & The Feel Good Vibration (UK)

La voce di Judith Emeline ha le sfumature del blues, la potenza del gospel, la sofisticazione del
jazz mescolato con i colori del soul. Nata a Birmingham, nel Regno Unito, da genitori giamaicani,
nel 1991 si trasferisce in Ticino, che diventa la sua seconda casa. “Un tour della Svizzera di ben
28 anni. Un grande evento e un’avventura straordinaria! Dalla radio alla TV, dai teatri ai festival.
Sono stata molto fortunata”, afferma Judith, che oltre a esibirsi con il suo quintetto sarà anche
quest’anno la presentatrice dell’evento.

 

Leyla McCalla (USA)

Newyorkese di nascita, Leyla McCalla vive a New Orleans dal 2010. Attraverso il suo terzo album,The Capitalist Blues, parte dal proprio rapporto con la città e con la sua gente per indagare
l’attuale contesto politico e sociale del paese. Una riflessione che arriva a toccare anche le sue
origini, nei contenuti e nei modi, cantando parte del suo repertorio in creolo haitiano, la “lingua
della resistenza”. Leyla McCalla si accompagna al violoncello, banjo e chitarra.

Max & Veronica feat. CekkaLou (ITA)

Max e Veronica realizzano un notevole repertorio di musica roots americana, attraverso le loro voci
e una serie di strumenti acustici. I loro racconti evocativi e la loro minuziosa attenzione per la
tradizione ci accompagnano in un viaggio nella storia della musica. Le loro canzoni e storie
affondano le proprie radici nel passato, ma la loro musica è viva e fatta per occhi, orecchie e anime
moderne. Saranno affiancati dalla talentuosa Alessandra “CekkaLou” Cecala al contrabbasso e
voce.

Sleepy LaBeef & The Dave Keyes Band (USA)

Sleepy LaBeef è uno degli ultimi artisti viventi della Sun Records. Per mezzo secolo Sleepy ha
vissuto sul palcoscenico. Ha pubblicato dischi in sei diverse decadi, con pezzi in classifica negli
anni Sessanta e fino agli anni Duemila. Le sue esibizioni dal vivo sono ogni volta qualcosa di
speciale, con Sleepy che si abbandona anima e corpo alla musica.
A quarant’anni dai loro primi concerti insieme, Sleepy – fra gli artisti preferiti da Norman Hewitt, –
fa il suo ritorno a Blues to Bop insieme a Dave Keyes.

The Como Mamas (USA)

Ester Mae Smith, Angela Taylor e Della Daniels sono le Como Mamas. Cantano il gospel
dell’animo più profondo, composto da inni tradizionali unitamente a composizioni e modalità più
contemporanee, in un’esperienza intensa e coinvolgente da vivere in prima persona. Per il tramite
della ferocia di questi spiritual senza tempo, i Como Mamas trasmettono la ricchezza della loro
esperienza viva e personale.

Vanessa Collier (USA)

Polistrumentista virtuosa, Vanessa intreccia nelle sue incisive interpretazioni funk, soul, rock e
blues. Con la sua voce intensa, un sassofono bruciante e una scrittura arguta, Vanessa sta
tracciando una via significativa. Si è già distinta come uno degli artisti più interessanti della nuova
scena blues, ottenendo numerosi riconoscimenti. Con all’attivo tour negli Stati Uniti e all’estero, ha
pubblicato tre album acclamati dalla critica. Honey Up è uscito a luglio del 2018.

www.bluestobop.ch
www.facebook.com/bluestobop