In tutta la regione Lombardia sono arrivati 34.759 mila cittadini dall’Ucraina. I dati sono stati comunicati nei giorni scorsi (7 aprile) da Regione Lombardia al termine di un incontro tra il presidente Attilio Fontana con il capo Dipartimento della Protezione Civile nazionale Fabrizio Curcio e il commissario delegato ai Minori stranieri non accompagnati, il prefetto Francesca Ferrandino. Il modello di accoglienza attuato in Regione è frutto di un’intesa tra le Prefetture, Anci, UPL (Unione Province Lombarde) e il terzo settore. In Lombardia, come detto, in base ai dati raccolti dalle Prefetture e dal Sistema Sanitario Regionale, sono 34.759 i cittadini ucraini arrivati, di cui 4881 nel territorio di Ats Insubria (che con questi numeri si colloca al secondo posto dopo Ats Milano dove ne sono stati registrati 7819). Di questi 34.759, in 28.171 hanno avuto un contatto con il sistema sanitario e di questi 12.451 sono minori; il tasso di positività registrato dai tamponi effettuati è pari al 2%.

Nel territorio comasco, si sono rivolti all’Hub attivato da Asst Lariana in via Napoleona, nell’edificio 53, oltre 1500 persone (incrociando i codici Stp rilasciati e le iscrizioni nell’anagrafica sanitaria regionale sulla base della documentazione presentata; per le visite mediche si è arrivati a 750 cittadini). Il percorso di offerta prevede l’esecuzione di un tampone antigenico rapido, il rilascio del codice STP (Straniero temporaneamente presente) o l’iscrizione nell’anagrafica sanitaria regionale necessario per l’accesso alle prestazioni sanitarie e la prescrizione di farmaci a carico del sistema sanitario, la visita medica e le vaccinazioni (anti Covid-19 ed eventuali integrazioni/completamenti delle vaccinazioni dell’infanzia/adolescenza).

Per favorire la presa in carico sanitaria è innanzitutto necessario comunicare tempestivamente al Comune, le generalità e gli indirizzi delle famiglie/associazioni presso cui sono ospitati, fornendo copia del relativo passaporto o altro documento equipollente e indicando il recapito telefonico.

Numero verde regionale per l’emergenza Ucraina 800.894.545, attivo tutti i giorni dalle ore 8:00 alle ore 21:30.