Aspettando Parolario, a Villa Bernasconi Paolo Roversi e gli incontri “in giallo”

Pubblicato il

Fino al 23 novembre, con il contributo di Regione Lombardia prosegue, tra Como Cernobbio e Chiasso,  Aspettando Parolario,  rassegna che ha lo scopo di tenere viva l’attenzione sul libro e la lettura e di avvicinare anche nuovi lettori, attraverso incontri con scrittori.

 Giovedi 16 novembre ore 21 Cernobbio, Villa Bernasconi

Incontri in giallo. Paolo Roversi con due casi “L’eleganza del killer” (Marsilio editore) e “Alla vecchia maniera. Il primo caso del commissario Botero” (Mondadori) dialoga con Marco Gatti.

Introduce Marco Marchetti, responsabile della Biblioteca di Cernobbio.

Roversi parlerà di due libri il primo con protagonista Enrico Radeschi: sull’omicidio del titolare di un locale alla moda nella zona della movida di corso Como. È il primo di una serie di delitti che insanguineranno Milano: a indagare saranno chiamati il giornalista hacker Enrico Radeschi, in sella alla sua inseparabile Vespa gialla, e il vicequestore Loris Sebastiani.

Il secondo con un nuovo personaggio di Roversi, commissario Luca Botero. Sono gli ultimi giorni dell’Expo, in pieno centro di Milano viene ritrovato il cadavere di un avvocato dalla dubbia reputazione. Il caso viene affidato a uno strano commissario, Luca Botero.  Grazie a una combinazione di intuito, spirito di osservazione e memoria enciclopedica, legge tra le righe della scena del crimine meglio della Scientifica.

Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Ha vinto diversi premi letterari I suoi libri sono tradotti in otto paesi tra cui Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi.

Prenotazione obbligatoria sul sito www.villabernasconi.eu / per informazioni contattare la biblioteca al numero 031-3347225

 Venerdì 17 novembre ore 18, Libreria Feltrinelli di Como

Lorenzo Sganzini “In Svizzera. Sulle tracce di Helvetia” Romanzo di viaggio (Gabriele Capelli Editore) con Claudio Visentin

Un viaggio geografico, storico e interiore, quello di Sganzini, narrato con scrittura fine, profonda e ironica. L’autore segue le tracce di Helvetia, allegoria femminile di un paese particolare, in cui definire la propria identità significa confrontarsi continuamente con diversità e confini, con una storia in cui gli eroi non sono legati alle guerre.

Montagne, laghi e città sono i protagonisti, insieme ai molti personaggi dell’arte e della cultura, e perfino del mito, che della Svizzera hanno fatto la storia. I luoghi simbolo sono il Cervino, le gole della Schöllenen o il Grütli; i personaggi Guglielmo Tell, il generale Guisan, Giacometti, Hodler, Frisch, Dürrenmatt, Rousseau, Erasmo, Calvino. Sganzini riscopre le città come incubatrici di un pensiero a cui non è estraneo il loro essere svizzere. Il viaggio, partito tra le montagne, cuore geografico della nazione, si conclude al Palazzo federale di Berna, il suo cuore politico, dove, quasi a voler compensare la furia iconoclasta della Riforma, ogni spazio ne racconta la storia con statue e dipinti.

Lorenzo Sganzini (Lugano, 1959) è stato responsabile della Divisione cultura del Cantone Ticino, della Rete Due della Radiotelevisione svizzera di lingua italiana e dei servizi culturali della Città di Lugano durante la realizzazione del centro culturale LAC (Lugano Arte e Cultura).

Nel 2020 ha pubblicato: Passeggiate sul lago di Lugano. Di chiesa in chiesa tra arte e storia.

Claudio Visentin, giornalista e esperto viaggiatore, insegna Cultural History of Tourism nel Master in International Tourism dell’Università della Svizzera Italiana.

Potrebbe interessarti

Lake Como Wine Festival, a giugno in piazza Verdi

Un’occasione davvero imperdibile per conoscere, assaggiare ed acquistare i vini ed prodotti tipici di...

La grande azienda per lo sport che assume 50 persone (anche a Como)

Ottima occasione di lavoro anche per chi vive a Como e provincia. Cisalfa Group, azienda...

Calcio mercato, il Como avrebbe l’accordo per un attaccante di Serie A

Un accordo di 5 milioni di euro. Questo è quanto la Roma avrebbe accettato...