Accordo internazionale tra l’Università dell’Insubria e la Sorbonne di Parigi

0
784

Trasmettiamo il comunicato di Università dell’Insubria

Una giornata di amicizia e di collaborazione internazionale nel Chiostro di Sant’Abbondio a Como, dove l’Università dell’Insubria ha accolto una delegazione dell’Università Sorbonne Paris Nord per la sottoscrizione di un protocollo di collaborazione scientifica e didattica. A dare il benvenuto agli illustri ospiti il professor Giorgio Maria Zamperetti, delegato all’Internazionalizzazione, che ha aperto la cerimonia portando i saluti del rettore Angelo Tagliabue.

L’avvio della cerimonia è stato onorato dalla performance degli allievi del Conservatorio di Como che, diretti dal Maestro Fulvio Clementi, hanno eseguito in primo luogo l’Inno alla gioia, quarto movimento della nona sinfonia di Beethoven, adottato nel 1972 come inno ufficiale dell’Unione Europea, poi La Marsigliese e l’Inno di Mameli.

L’Ambasciata di Francia ha sottolineato l’importanza dell’accordo volto a promuovere didattica, ricerca e terza missione. «Un piccolo ma grande passo per l’internazionalizzazione del nostro giovane ateneo – chiosa il professor Zamperetti –. Non può sfuggire l’importanza di un accordo con una Università che è erede nel nostro continente di una tradizione accademica plurisecolare. In un momento in cui l’Europa si trova al centro di tensioni geopolitiche e che alcuni Paesi come la Gran Bretagna hanno preso nostro malgrado strade diverse, occorre dare un nuovo baricentro alle collaborazioni scientifiche e didattiche e, forse, alla stessa idea di Europa che avevamo fino a ieri, in cui Francia e Italia giocheranno un ruolo fondamentale, anche a valle del Trattato per una cooperazione bilaterale rafforzata tra Italia e Francia firmato lo scorso anno al Quirinale dai presidenti Draghi e Macron».