A Villa Bernasconi due iniziative per i bambini

0
835
Photo Andrea Butti
Cernobbio Villa Bernasconi allestimento mostra

Domenica 21 novembre, ore 15.30, in occasione della Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia che si celebra il 20 novembre il Museo di Villa Bernasconi organizza un pomeriggio di racconti della cacciatrice di sogni Cristina Quadrio di Fata Morgana.

Sognare è un diritto per tutti, grandi, piccoli, umani, animali e altro ancora. Ma cosa sognano le bambine e i bambini?

Lo racconterà un’abile cacciatrice di sogni.

Silenziosa e leggera si intrufola nelle camerette dei bambini in ogni luogo del mondo.

La stanza dove ogni bambino dorme è uno spazio intimo, carico di emozioni, di parole sospese, fiabe, leggende, racconta di vite diverse e di sogni che cambiano da luogo a luogo catapultandoci ogni volta in un mondo sconosciuto e colorato.

Fiabe, racconti, storie restano intrappolate fra i cassetti, i cuscini, le coperte, i tappeti e i giocattoli. E anche al grido dei genitori: “Metti a posto la tua cameraaaa!!!” parole e immagini restano imperterrite a regnare nel luogo dei sogni.

La buffa raccoglitrice di storie al rientro dal suo incredibile viaggio intorno al mondo è pronta a svelare tutto ciò che ha trovato e scoperto.

Con occhi aperti, orecchie curiose e bocca spalancata i bambini presenti potranno ascoltare storie che arrivano da tutte le stanzette del mondo, storie di bambini tutti uguali tutti diversi, bambini unici e irripetibili.

Ogni bambina e ogni bambino potrà travestirsi da bambina o bambino che vive in un’altra parte del pianeta per concludere il pomeriggio insieme con un allegro girotondo di tutto il mondo! 

Ingresso gratuito under 14, prenotazione obbligatoria www.villabernasconi.eu

GIOVEDÌ 25 NOVEMBRE ALLE 21

IN OCCASIONE DELLA GIORNATA PER L’ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE

CERNOBBIO, IN CONTROTENDENZA, HA DECISO DI RACCONTARE CON CRISTINA QUADRIO E FRANCESCA LIPARI STORIE GIOIOSE E IRONICHE DI DONNE DI OGNI TIPO E DI OGNI ETÀ.

“Una e sette. Storia di una casalinga guerriera e non solo” è una carrellata di racconti allegri, profondi, ironici, forti e delicati tratti da opere letterarie classiche e nuovissime.

Dentro ogni donna vivono guide potenti che possono interagire e manifestarsi nella quotidianità.

Per entrare in connessione con la natura femminile più intima e autentica si può far riferimento alle sette dee greche: Artemide, Atena, Estia, Persefone, Demetra, Era e Artemide, come Jean Shinoda Bolen ci ha magistralmente raccontato nel suo libro “Le dee nella donna”.

L’interiorità femminile è sfaccettata e piena di luci e ombre, nessuna ha al suo interno un unico archetipo ma un meraviglioso insieme di indipendenza, determinazione, coraggio, strategia e saggezza.