5G, ecco tutto ciò che c’è da sapere

0
350
Photo by James Yarema on Unsplash

5G, che cosa è? Sicuramente non un sistema per controllare le menti e malgrado qualche supposizione non è presente in nessun vaccino.

Il termine 5G, cioè quinta generazione, indica l’insieme di tecnologie di telefonia mobile e cellulare, una significativa evoluzione rispetto alla tecnologia 4G. La sua distribuzione globale, al contrario di ciò che si potrebbe pensare, è stata avviata già nel 2019.

Il 5G promette una maggiore efficienza e versatilità per la navigazione online tramite: l’ottimizzazione dell’uso delle risorse di rete mediante la definizione di sottoreti virtuali indipendenti per ogni tipologia del servizio (slicing).

Il partizionamento verticale della rete, o network slicing, è un tipo di rete che consente ad altre reti, logiche e/o virtuali, di essere tra di loro indipendenti e in grado di funzionare contemporaneamente.

Non mina l’efficienza e rimuove le interferenze, esattamente come se avessero ognuna una rete fisica dedicata.

Ogni “fetta” di rete è quindi a tutti gli effetti una rete completa appositamente ritagliata per soddisfare tutti i requisiti di una particolare applicazione.

I dispositivi collegati al 5G saranno visibili solo in sistemi autorizzati SDN, garantendo maggiore sicurezza.

Aumenta la capacità di gestire più dispositivi contemporaneamente, garantendo tempo di risposta della rete più breve e una maggiore velocità di trasmissione dati in generale.

È da segnalare anche la significativa riduzione del consumo energetico, ben fino al 90% in meno rispetto alla 4G per ogni bit trasmesso.

Il 5G minaccia seriamente il classico Wi-Fi fornito dalle ADSL che tutti abbiamo a casa (a parte i fortunati che già usufruiscono della fibra), promettendo effettivamente la possibilità di nuove incredibili applicazioni per l’internet in generale, non solo come internet “fuori casa”.

Questa tecnologia approfitta della presenza della fibra, collegandosi via radio ad essa. Le zone di copertura che garantiscono le migliori prestazioni, infatti, al momento sono ancora limitate.

Possono usufruire della rete 5G tutti i dispositivi appositamente progettati per essa, quindi cellulari, tablet e in generale dispositivi mobili di nuova generazione.

Solo i device che funzionano anche come terminali 4G LTE (Il sistema di rete più avanzato della quarta generazione), saranno in grado di utilizzare il 5G. Soprattutto dato che le nuove reti, almeno in questa fase iniziale, usano ancora la 4G per stabilire la connessione alla cella di rete, nonché per poter operare nelle zone in cui non è disponibile la copertura della rete 5G.