Società 2.0: cambiamenti e nuovi valori.

0
4094

Spesso ci capita di interrogarci sui diversi cambiamenti strutturali e valoriali alla base della società di oggi. Ma cosa sta succedendo? Come mai si ha l’impressione che la crescita e l’educazione dei nostri figli, intrappolati nei social network e nei nuovi stereotipi digitali, ci sfugga dalle mani?

La nostra società 2.0, caratterizzata dall’era tecnologica/digitale, se da un lato ha permesso di velocizzare e semplificare meccanismi di comunicazione e processi dapprima complessi, dall’altro ha contribuito all’evoluzione di un’epoca dell’incertezza e dell’immediatezza. Bauman la definisce “epoca del tutto subito e tutto possibile”, portando quindi allo sviluppo di una società “narcisistica”. I ragazzi sono permeati di nuovi valori, dal carattere effimero e variabile, come il successo, la ricchezza, il denaro e dalla convinzione che è facile ottenerli senza rinunce, sacrifici e attesa. Si attribuisce la centralità all’immagine di sé estetica, testimoniata dell’esplosione di selfie, a volte anche pericolosi, che dominano le nostre vite quotidiane, da esibire alla ricerca di importanza e popolarità.

Ma come affrontare tutto questo? Assumere un atteggiamento di apertura verso i nuovi cambiamenti e rivolgersi al professionista psicologo può aiutarci a sviluppare con i nostri figli un rapporto più equilibrato e costruttivo. Ad esempio ricevere delle indicazioni specifiche sui comportamenti più funzionali da adottare con loro, stare attenti ai primi segnali comportamentali indicativi, esprimere ciò che si sta provando e vivendo, migliorare la comunicazione tra genitori e figli e aiutarvi nella gestione di conflitti e dinamiche familiari. Lo psicologo può supportarvi e guidarvi nei possibili percorsi di gestione e cambiamento.

A cura di Annanisia Centra, Psicologa

Per approfondimenti, curiosità e informazioni potete contattarmi all’indirizzo e-mail dottoressa.centra@gmail.com o visitando il sito www.psicologacentra.com