“La Notte Europea della Civetta”, sabato 2 marzo ad Alzate Brianza

0
915
la civetta

Organizzata dal Circolo Ambiente “Ilaria Alpi”, in occasione dell’omonima giornata europea

La notte europea della Civetta”, sabato 2 marzo ad Alzate Brianza

ALZATE BRIANZA (CO) – Ad Alzate Brianza sabato 2 marzo si terrà “La notte della Civetta”, un’escursione guidata nell’area dello “Zoc del Peric” per ascoltare il canto della civetta, questo in occasione dell’omonima iniziativa programmata a livello europeo 

la locandina dell’iniziativa

L’iniziativa di Alzate è organizzata dal Circolo Ambiente “Ilaria Alpi”, associazione che da anni interviene con iniziative di salvaguardia e di conoscenza del PLIS “Zoc del Peric”, di cui fanno parte alcune aree naturalistiche di Alzate Brianza e Lurago d’Erba, a cui a breve ne verranno annesse altre in territorio di Inverigo.

Per sabato 2 marzo, il ritrovo è fissato per le ore 20,30 davanti all’Oratorio di Fabbrica Durini (via Volta). Dopo una breve presentazione sulla biologia dei rapaci notturni, si partirà a piedi per la vicina area naturale dello “Zoc” dove si cercherà di riconoscere il canto della civetta. Ad accompagnare gli escursionisti sarà l’esperto Walter Sassi, studioso ed appassionato di avifauna, nonché birdwatcher. La Notte della Civetta è organizzata in collaborazione con il GIC (Gruppo Italiano Civette) e con “EBN Italia”.

la civetta

L’escursione è aperta a tutti, adulti e bambini; si chiede di comunicare la propria partecipazione all’email info@circoloambiente.org . Il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” raccomanda ai partecipanti di dotarsi di abbigliamento e scarpe adatte e di portare una torcia.

Si ricorda che la successiva serata ornitologica si terrà sabato 6 aprile ed avrà per titolo “Gli uccelli della Brughiera”: incontro di conoscenza dell’avifauna presente nella nostra zona, attraverso la proiezione di foto, video e documenti.

La doppia iniziativa ha ottenuto il patrocinio dei Comuni di Alzate Brianza, Inverigo e Lurago d’Erba.

La Notte della Civetta è un evento nato nel 1995 in Francia, da un’idea del celebre esperto di civette, Jean Claude Genot. Un appuntamento che giunge quest’anno alla undicesima edizione e che sta raccogliendo grandi favori da parte di un pubblico sempre entusiasta.

La Notte della Civetta si svolge con cadenza biennale e si prefigge di divulgare aspetti etologici non solo su questo piccolo e simpatico predatore, ma su tutto il vasto universo degli Strigiformi (rapaci notturni). Ogni edizione raccoglie sempre maggiori adesioni; ma è doveroso fornire alcune cifre. Nel corso delle edizioni precedenti italiane (la prima volta in Italia si svolse nel 2003) abbiamo superato i 10.000 mila partecipanti. A livello europeo, oltre 50 mila persone nella stessa notte ogni due anni si ritrovano ad ascoltare gufi e civette: il frutto di uscite svolte in vari paesi europei, tra cui Francia, Belgio, Olanda, Germania, Svizzera e naturalmente l’Italia.

La Notte europea della Civetta è oggi uno degli eventi di Birdwatching in Italia che riscuote il maggior successo di pubblico. La divulgazione verso un pubblico sempre più vasto è, insieme alla ricerca scientifica, un punto prioritario per la corretta gestione e conservazione degli Strigiformi. La Notte Europea della Civetta, giunta il 2 marzo 2019 alla sua XIII edizione, ha visto nel tempo una diffusione sempre maggiore ed ha coinvolto un numero sempre maggiore di località italiane, grazie al lavoro del GIC (Gruppo Italiano Civette) e di EBN Italia, cui si sono affiancati sezioni locali del WWF e della LIPU, Parchi e Riserve Naturali, enti pubblici, Musei ed associazioni locali.

info su:

www.gruppoitalianocivette.org

www.ebnitalia.it