I Giorni della Merla, i giorni più freddi dell’anno secondo la credenza popolare. Le previsioni

0
624

Secondo la tradizione, i Giorni della Merla cadono gli ultimi tre giorni di gennaio

(29, 30 e 31),  oppure un’altra versione li indica come gli ultimi due di gennaio e il primo di febbraio.

Il detto popolare, non sempre confortato dai fatti, quest’anno potrebbe trovare una conferma  nelle previsioni meteorologiche, infatti,  l’Italia, proprio in queste date sembra  essere percorsa dalle correnti fredde nord occidentali, capaci di far abbassare le temperature a livelli che in questa stagione non si erano ancora fatti registrare

Un vortice instabile proveniente della Scandinava, infatti, raggiungerà la Francia e poi si dirigerà, attraverso la porta del Rodano, verso l’Italia per poi stazionare sul Mar Tirreno, creando una depressione con l’incontro di differenti masse d’aria

Sono previste copiose nevicate sull’Italia Settentrionale, anche a zero metri sul livello del mare. Le precipitazioni avverrebbero in due differenti momenti: uno domani e l’altro tra giovedì sera e venerdì quando secondo alcune rilevazioni meteo incomberebbe la minaccia di una bomba nevosa.

La Protezione Civile ha diramato un’allerta gialla che interesserà però soltanto Abruzzo, Campania, Basilicata e Sicilia.

Tra mercoledì 30 e giovedì 31 gennaio il vortice di origine polare potrebbe portare però un peggioramento delle condizioni meteo al Centro Nord. In particolare saranno possibili nevicate tra Piemonte, Lombardia e le province più a Ovest dell’Emilia Romagna

Mercoledì con nevicate deboli, mentre  giovedì  i fiocchi bianchi imbiancheranno diverse città del Nord con accumuli tra 5 e 20 cm. Tra le città che molto probabilmente verranno imbiancate tra il 30 Gennaio e il 01 Febbraio ( i Giorni della Merla, appunto) vengono segnalate Torino, Cuneo, Asti, Alessandria, Vercelli, Milano, Varese, Pavia, Monza, Lodi, Lecco, Parma, Bologna, Reggio Emilia, Trento, Bolzano.

A Como è prevista neve a partire dalle primissime ore del pomeriggio di giovedì

Facendo riferimento alle statistiche, comunque, sono poche le volte in cui si è rispettata la tradizione. Anzi, spesso i giorni più freddi (secondo le statistiche degli ultimi 13 anni) si registrano o agli inizi di gennaio o addirittura tra la seconda e terza decade di Febbraio.

L’origine della credenza popolare che indica i Giorni della Merla come i più freddi dell’anno ha diverse versioni che si tramandano da tempi immemorabili

Secondo alcune fonti il detto deriverebbe da una leggenda, che narra come i merli, una volta, avessero tutte le piume bianche.  Il gelo degli ultimi tre giorni di gennaio però li costrinse a cercare un riparo più sicuro e lontano dal gelo, al posto del loro freddo nido. Per questo, una merla decise di rifugiarsi sul tetto, affianco al comignolo di una casa, dal quale usciva il tepore del camino. A causa del fumo, però, le penne dell’animale, da bianche diventarono nere e da allora i merli hanno le piume scure.

Alcuni sostengono anche che se i Giorni della Merla saranno particolarmente freddi la Primavera giungerà in anticipo, mentre se saranno miti si profilerà un inverno più lungo e freddo

Aspettiamoci una Primavera dolce quindi, perché sembra proprio che l’ondata di gelo arriverà puntuale