Como, abbandona il vecchio frigorifero al parcheggio: scoperta e maxi-multa

0
1068

Grazie alla collaborazione fra il Comando di Polizia Locale di Como e le Guardie Ecologiche Volontarie in questo giorno è stato possibile identificare i responsabili dell’abbandono di un frigorifero nel parcheggio pubblico di via Somigliana / Ortigara. Gli operatori della Polizia Locale affiancati dalle guardie ecologiche, grazie all’ausilio di una telecamera nascosta alla vista dei passanti, sabato 19 gennaio hanno sorpreso due persone che abbandonavano un vecchio frigorifero trasportato con la loro auto.

Con successivi accertamenti sono risaliti alla proprietaria del veicolo, una cittadina di cittadinanza tunisina residente a Ponte Chiasso. Alla donna sarà notificata un sanzione che non ammette il pagamento immediato in misura ridotta e che può variare da un minimo di 300 euro a un massimo di 6.000 euro, in base all’apposita ordinanza ingiunzione che la Provincia emetterà entro 60 giorni dalla data dell’accertamento della violazione.

Il frigorifero (c.d. RAEE “rifiuti di apparecchiatura elettriche ed elettroniche”) in questo caso rientra nella categoria “rifiuti pericolosi”: a tal proposito si ricorda alla cittadinanza che secondo la normativa vigente l’installatore di un nuovo elettrodomestico è tenuto a ritirare il vecchio apparecchio. In alternativa, quando si provvede privatamente a trasporto e l’installazione, il vecchio elettrodomestico deve essere conferito al centro di raccolta comunale. Chi avesse difficoltà può prenotare il servizio di raccolta domiciliare contattando l’ufficio Relazioni col pubblico o il settore Tutela dell’ambiente del Comune di Como.

“Questo intervento – afferma l’assessore alla Polizia locale e Sicurezza Elena Negretti – rappresenta una conferma ulteriore del valore della collaborazione tra la nostra Polizia locale e i volontari, che mettono a disposizione il proprio tempo e le proprie competenze nell’interesse di tutta la città. L’auspicio è che il loro impegno possa mantenere viva l’attenzione e il coinvolgimento attivo della cittadinanza a ciò che è di interesse collettivo. Ringraziamo quindi gli agenti della Polizia locale, la Protezione civile e le Gev per l’attenzione che ogni giorno dedicano a Como“.