Cinema Gloria da salvare: 300.000 euro entro il 2020, parte la raccolta dei fondi

0
724

L’impresa non è certo semplice. Ma stimolante si: raccogliere 300mila euro da qui a maggio del 2020 per salvare lo storico Cinema Gloria di Como che altrimenti rischia di essere raso al suolo e trasformato in un condominio. L’idea è del Circolo Arci Xanadù che da dodici anni è impegnato nella sfida di salvare la storica sala comasca, alle prese anche con una concorrenza spietata dei multisala del territorio.

 

Poi a riaprirla ci ha pensato l’associazione che negli anni ha trasformato il cinema in un attivissimo centro culturale dove accanto alle rassegne d’autore c’è spazio anche per corsi e concerti. Abbastanza per far quadrare il bilancio e pagare l’affitto, bloccato fino a maggio del 2020, poi però la proprietà ha annunciato che intende fare altro e liberarsi del cinema. «Ce lo ha comunicato il proprietario in questi giorni e alla scadenza del contratto d’affitto il cinema verrà abbattuto e sostituito da un bel condominio – spiegano i responsabili del circolo Arci Xanadu – Il nostro proposito è quello di provare a fare tutto il possibile per preservare questo bene alla cultura e alla collettività- Insomma, una grande azione collettiva capace di preservare lo spazio e la sua funzione».